Il gruppo selvaggio a Riofreddo, mitica meta della mitica "Tiburtinata", che sarebbe la gita domenicale sulla Via Tiburtina con "le orecchie per terra" (altro che il ginocchio spelacchiato di voialtri moderni...)
Nel tratto Roma-Tivoli è una normale strada statale, ma nel tratto Tivoli-Riofreddo era un misto stretto da favola, dove con i 3 e mezzi monocilindrici facevamo veramente i numeri. Poi, col passare degli anni, ci hanno via via raddrizzato le curve (ma noi avevamo le moto più grosse e quindi pareggiamo il conto)
La "Tiburtinata" la facciamo ancora, magari ora con la BMW, ma per noi conserva tutto il suo fascino. Questa foto è ancora del 1971, e gli eroi omerici immortalati sono, da sinistra, Mergio, Sergente (nella circostanza coi capelli da aborigeno), Busnelli, Grifo, Cicci (quello con la bandana), Il Fenomeno, Provolino (l'altra bandana, dentro l'Austin Haley), Alba, Angela (si cominciano a vedere mamme e zie) e infine Eugenio, paludato come un inglese anni '30.

 
Qui siamo più grandicelli.... sarà il '78.
Siamo al famoso "muretto" (tutti ne hanno avuto uno, che credete) e ci stiamo radunando per una Tiburtinata. 
Si cominciano a vedere moto interessanti: Laverda 1000 3cil, Guzzi Le Mans, Honda 750 four, BMW R69S.
.

Ooops, siamo già arrivati! Siamo al bivio per Riofreddo (a proposito, andateci, è una bella gita. Da questo bivio si va anche al lago del Turano, proseguendo per la Tiburtina invece si va in Abruzzo.
Non sembra ma siamo gli stessi di prima.... anzi, è arrivato qualcuno nuovo, e si cominciano a formare le coppie! L'ultima a destra è "Lionora", ora moglie di Eugenio che pensieroso si gratta la testa. Lei, benchè ancora non stiano insieme, gia lo fulmina con lo sguardo.
Da sinistra: la ruota posteriore del mio Laverda 1000, Grifo, Sergente, Zambo, Milo, Eugenio, Attila, Mergio, Lionora.
Non abbiamo filmati, ma chi vuole può sentire i suoni caratteristici della "Tiburtinata"
.

Ecco il "Ragioniere", un altro protagonista del gruppo selvaggio.
Probabilmente ce lo siamo perso, è arrivato quando già avevamo finito la sigaretta ed ora lo stiamo prendendo in giro selvaggiamente. Lei è Valeria, ora la moglie, e la moto un bellissimo Guzzi Le Mans.
.

Va sempre a finire così, coi piedi sotto al tavolino.
Benedetto, il titolare di Villa Celeste (e nostro caro amico) ci ha apparecchiato di fuori: la giornata primaverile è stupenda.
Se andate a Riofreddo, che è un bel paesino di montagna tutto verde, aria fina e buona cucina (è il paese di origine di mia madre), chiedete di visitare il Castello Garibaldi, che fù donato alla famiglia dell'Eroe dei due Mondi dallo Stato italiano. Per questo motivo e per diversi anni, agli inizi del '900, Riofreddo è stato luogo di villeggiatura di molti "risorgimentali". Anche una passeggiata al bosco di castagni "Le pacetta", vicino Fonte Limosa.
 
Piero si è sposato per primo, nel 1975.
Ora siamo tutti papà e mamme.
Qualcuno è già nonno!
.
.
-indietro-