Si dice che un 3 e mezzo che cammina e un sedicenne che sa guidare sono un binomio imprendibile.
Questo è il Sergente con il suo bellissimo 350 Mark 3 Desmo. Notare la gomma posteriore "maggiorata" (era un Continental).
Sul misto stretto era inavvicinabile e fior di blasonate motopesanti hanno dovuto prendere la paga sulla Tiburtina. (bisogna però dire che le "motopesanti" dell'epoca erano pesanti veramente)
.
Qui il sergente diventa "Sergente"!
Siamo nel 1977 alla scuola di volo militare di Frosinone e questo è il primo volo da solo con l'elicottero. Ha già il brevetto per guidare l'aereo (preso a 17 anni, quando "in teoria" non poteva ancora guidare il Ducati 350), ma finalmente si vola anche con il "ventilatore".
.
Più cresciutello.....
Il Ducati è un 900 SS Desmo, e siamo all'EUR a farci un po di fotografie. Più di così non si può piegare, i collettori toccano!
.
Qui ha cambiato veicolo.....
In volo da qualche parte sul bel paese. Serio e impegnato come sul Ducati.
.
In caserma non li facevano ridere. Dicevano che i Sergenti Maggiori sono seri, militareschi etc. etc. Così lui recuperava in libera uscita...........
O forse era la gioia di lasciare l'elicottero per rimontare in motocicletta?
.
Con il Guzzi Le Mans III, al fungo dell'EUR, uno dei posti di ritrovo preferiti.
.
La Patria si difende con le Leggi e il Diritto! Ma se a qualcuno dovessero venire strane idee.... sentirà il fischio delle nostre palle.
Questo è il nastro dei proiettili della gatling a canne rotanti
.
Qui mette finalmente la testa a posto e convola a giuste nozze con Claudia. (siamo nel '95)
Col matrimonio, evidentemente, ha dovuto scegliere un mezzo più tranquillo e abitabile. Oddio, non è proprio una utilitaria, ma comunque adattissima per portarci moglie e figli.
.
Lui è quello che guida l'elicottero. 
Appeso sotto c'è uno del Soccorso Alpino de L'Aquila e si stanno addestrando per gli interventi di salvataggio in montagna. Naturalmente in mezzo alle bufere, perchè a salvar la gente quando il tempo è bello sono capaci tutti.
Nel caso particolare si tratta di evacuare i passeggeri di una seggiovia guasta.
E' che invecchiando uno si cerca un lavoro tranquillo.......
.
Scusate l'involontaria pubblicità, l'ho presa dal calendario....
Questo è sempre addestramento. Il volontario del Soccorso Alpino (dell'Aquila, siamo in Abruzzo) scende a recuperare un escursionista infortunato in parete. Notate come Sergente tiene stabile la montagna appoggiando il pattino sinistro alla roccia! E' necessario perchè il rotore praticamente spolvera le rocce e il muso dell'elicottero sfiora la montagna. 
Quelli del Soccorso sono abruzzesi di ferro il cui massimo godimento è farsi portare in volo appesi al filo, in mezzo alle montagne. Gli serve da addestramento, dicono.

Un giorno, mi ha raccontato, tornavano da Pescara verso l'Aquila. Il tardo pomeriggio era splendido e il Gran Sasso d'Italia troneggiava sopra di loro con una maestosità di rara bellezza.
Via radio li avvertono che una comitiva di turisti tedeschi aveva avuto un infortunato.
- Dopo neanche cinque minuti dalla chiamata siamo emersi dal fondovalle proprio davanti a loro!
Ach, diafoli di italiani .......

.
Dopo le "giuste nozze" (riparatrici? boh!...) è arrivata la discendenza (sarebbe Gloria, che ora ha nove anni.).
Qui siamo a Vallelunga, dove papà e figlioletta prendono confidenza con la pista e la nuova Yamaha.....
La pupa promette bene. Qualche settimana fa erano al box e il papà dava poderose sgassate.
- Papà, è questa la moto che ci vai a fare le corse con zio Fabio?
- Si...
- Beh allora non ci vai più, perchè l'anno prossimo me la devo prendere io!

.

-indietro-