"Ecoballe"
.
Le "Ecoballe" sono tutta una serie di affermazioni ecologiche, condite di dotta sapienza e incrollabili certezze.
Si basano tutte su un elemento: la facilità di terrorizzare quelle fasce di popolazione che non hanno strumenti sufficienti per formarsi un giudizio autonomo, o meglio credono di averlo proprio perchè dispongono delle panzane degli ecoballisti.

Non diamo tutta la colpa ai Verdi, non è una novità.
Da millenni si cerca "l'obbedienza" minacciando l'Inferno, diavoli col forchettone che ti infilzano il sedere, dover risiedere in una bara fiammeggiante, spingere col petto enormi macigni (e in salita!).
Però, se fai "esattamente" quello che ti dicono di fare, tutte queste disgrazie le eviti.
Basta che li lasci comandare, capito che fortuna!

E così una volta potevi evitare il diavolo col forchettone facendo la genuflessione all'Inquisitore, e oggi puoi evitare che il treno ti faccia venire la leucemia votando per il Partito. 
Se non ti viene la leucemia è merito del Partito, se ti viene è colpa delle losche trame dell'apparato militar-industriale.

Vediamo ora un campione di "Ecoballe", in verità solo alcune fra le più significative, perchè la fantasia degli "Ecoballisti" è infinita.


Ecoballa n. 1
E' vero che con le energie rinnovabili potremmo risolvere, ecologicamente e gratuitamente, i problemi energetici.

No, perchè lo avremmo già fatto.
La Germania che è il paese più impegnato in questo settore, e da quindici anni, ne trae appena il 10% del suo fabbisogno, l'Italia, sempre che si decida ad usarle, potrà ragionevolmente passare dal 16% attuale al 20/22% fra una decina di anni.
E il restante 80% dove lo prendiamo? Continuiamo ad asfissiarci e ingrassare gli Emiri?


Ecoballa n. 2
E' vero che una centrale atomica può esplodere come una bomba atomica, visto che dentro c'è "l'Uranio".

Ma niente affatto.
Per poter "esplodere" come una bomba atomica l'Uranio deve essere "arricchito" almeno al 95%.
In una centrale nucleare l'Uranio è arricchito al 3-5%, e quindi non può esplodere in nessun modo "come una bomba atomica".
Il peggior incidente possibile, come quello di Cernobyl, può arrivare alla fusione del nocciolo, cioè alla fusione di tutto l'insieme centrale del reattore.


Ecoballa n. 3
E' vero che le navi metaniere o rigassificatori possono eplodere con la potenza di molte bombe atomiche?

No, i gas, come il petrolio o qualsiasi altro "combustibile" può solo "incendiarsi", non esplodere.
Ciò perchè la reazione di ossidazione ha bisogno dell'ossigeno dell'aria, e quindi brucia via via che l'aria apporta nuovo ossigeno (vedi la "combustione")

Le case, che saltano per aria quando si lascia aperta la bombola del gas, lo fanno perchè il gas fuoriesce dalla bombola e si mescola con l'ossigeno presente in un ambiente chiuso, e innescata con una scintilla la miscela "deflagra". Se le finestre fossero aperte questo fenomeno non ci sarebbe.
Succede la stessa cosa se avete l'automobile alimentata a GPL: il gas entra nel cilindro già miscelato con l'aria nella giusta proporzione, per questo può esplodere, perchè c'è il "carburatore".

Nei diversi incidenti accaduti alle navi metaniere o alle petroliere, c'è sempre stato solo incendio, nessuna è mai "esplosa", perchè per le leggi della Fisica non può esplodere.
E chi dice il contrario dice "ecoballe", che hanno funzioni elettorali, non scientifiche: votando per gli "ecologisti" ti salvi dalla metaniera-bomba atomica: è appunto una ecoballa.

Sulle navi metaniere la fantasia degli ecologisti si è scatenata.
- Per rigassificare il metano lo si scalda con l'acqua di mare, per cui di conseguenza il mare si fredda e tutti i pesci devono andare col cappotto (o almeno con un maglioncino)
- Se la nave si rompe potrebbe uscire una gigantesca bolla di metano che potrebbe arrivare su una città, e prima asfissia gli abitanti fra atroci sofferenze e poi esplode come una bomba atomica distruggendo la città (per cui nemmeno gli eredi recuperano niente)
- La bolla di metano potrebbe arrivare sulla base americana di Camp Derby, dove potrebbero esserci molte bombe atomiche, e dopo le atroci sofferenze potrebbe esplodere tutto, metano e bombe atomiche (morirebbero pure gli eredi)
- Un kamikaze si potrebbe andare a fare esplodere sulla metaniera, o peggio potrebbe lanciarvisi contro con un aereoplano: l'eplosione distruggerebbe la Toscana fino a Firenze, e i toscani morirebbero fra atroci sofferenze!
- Il metano potrebbe risalire nelle fognature (questa è la migliore), invadere le case fino a centinaia di chilometri di distanza, esplodere e uccidere tutti fra atroci sofferenze (uscirebbe dalla tazza, non buttate la cicca dentro mentre siete in seduta...)
Eccetera eccetetera, fatevi un giro in rete e trovere decine di siti degli ecoballisti che vi salveranno da atroci sofferenze di ogni tipo, se vi intruppate dietro alle loro bandiere.

Chiariamo:
- Il metano è più leggero dell'aria, per cui se ne sale verso il cielo.
- La "rigassificazione" la fate in casa vostra ogni volta che usate la bombola del gas.

E allora perchè tutto questo accanirsi contro i "Rigassificatori"?
L'Italia riceve il metano (ben il 56% dell'energia elettrica viene prodotto bruciando metano, miliardi di € l'anno) attraverso i metanodotti della Gazprom russa (che ci porta il metano dalla Siberia) e della Sonatrach algerina (che ci porta il metano dall'Algeria).
Gazprom e Sonatrach hanno fatto un accordo di cartello sui prezzi, paghiamo il metano quello che decidono loro e dobbiamo stare zitti perchè non possiamo comprarlo altrove. E sono miliardi di €.

I "Rigassificatori" sono impianti messi sulle coste e ci consentirebbero di comprare il metano dovunque nel mondo venga prodotto, a prezzi più bassi, e farcelo consegnare attraverso le navi gasiere (come fanno, manco a dirlo, tanti altri paesi)
Ovviamente il cartello Gazprom-Sonatrach non è contento che noi si possa comprare il metano da un'altra parte, perchè ce lo vendono loro ai prezzi che decidono loro. Finchè dura il monopolio.
E se si vuole che il monopolio duri bisogna rendere edotti i cittadini sulla pericolosità delle navi gasiere, che trasportano il gas allo stato liquido! (terribile, chissà cosa sottintende?? Forse che proprio questo "liquido" ci ucciderebbe fra atroci sofferenze?)

Naturalmente il metano che ci viene dai metanodotti dalla Gazprom e dalla Sonatrach è allo stato liquido esattamente come quello delle navi gasiere, e per arrivare alle vostre cucine e alle centrali elettriche viene anche esso "rigassificato" in decine e decine di "rigassificatori" sparsi sul territorio italiano e che funzionano da decenni senza che voi nemmeno lo sappiate.

E non si capisce perchè i rigassificatori che servono i metanodotti del cartello metaniero, che già stanno sul territorio, non vengono mai nominati dai verdi, mentre quelli che servirebbero alle navi gasiere, che stanno in mare, a cinque chilometri dalla costa, vi ucciderebbero fra atroci sofferenze.
Voi che dite, perchè?


Ecoballa n. 4
E' vero che gli inceneritori dei rifiuti spargono veleni e diossina?
 
 

Certamente, se sono tecnologicamente inadeguati (nella foto l'inceneritore dei rifiuti di Vienna)
Nei paesi del nord europa stanno addirittura nelle città perchè sono costruiti secondo tecnologie che azzerano le emissioni.
Noi italiani inviamo in Germania treni di rifiuti, paghiamo per farli incenerire, loro ci fanno la corrente elettrica che poi ci rivendono.
E gli inceneritori li fanno ditte italiane.

Questo link vi rimanda appunto a una azienda italiana che da decenni opera nel settore particolare della depurazione dei fumi http://www.neutrec.com/index/
Naturalmente per gli ecologisti questi sono dei criminali che, pagati dalle multinazionali, mentono e spargono i loro veleni per ammazzare, fra atroci sofferenze, vecchietti e bambini (le atroci sofferenze sono molto più efficaci, politicamente, delle sofferenze semplici)
Però, se ti vuoi salvare dalle atroci sofferenze basta che voti per loro.

Vienna ha un grande inceneritore a pochi metri dalla stazione metropolitana di Spittelau, in piena zona urbana. La costruzione è stata realizzata in collaborazione col noto artista Unterwasser e oltre a fungere da teleriscaldamento per la città è attrattiva turistica. 
Ricordo che Vienna è al terzo posto nella classifica mondiale delle città più vivibili a pari merito con Vancouver, dietro Berna e Zurigo ( non ci sono città italiane nei primi 40 posti). 
Quindi è ridicolo dire che un inceneritore è un pericolo. Avvelenano di più i vecchi riscaldamenti che un inceneritore potrebbe sostituire con gran vantaggio economico degli abitanti che ne beneficerebbero. E in più si smaltirebbero i rifiuti.
Nella foto panoramica potete notare come tale inceneritore sia situato nel pieno centro della città.

E allora, come mai se in alcune zone d'Italia si parla di fare un inceneritore si scatenano folle urlanti, mamme ansiose, manifestanti inferociti?


Ecoballa n. 5
E' vero che a Cernobyl ci sono stati "migliaia di morti"

No.
Esiste una apposita commissione dell'ONU che studia ancora oggi gli effetti delle radiazioni per l'incidente di Cernobyl, potete accedere al sito e scaricare i documenti relativi alle indagini fatte.
Comunque al disastro di Chernobyl è dedicata la prossima sezione.
 


Ecoballa n. 6
E' vero che nel resto del mondo si sono dismesse e si stanno dismettendo le centrali nucleari, come l'Italia ha fatto saggiamente nel 1987?

No, le centrali nucleari funzionano e ne vengono costruite sempre di nuove, e forniscono circa un terzo (il 33%) dell'energia elettrica del pianeta. Le centrali nucleari, insieme alle fonti di energia rinnovabile, producono energia senza spargere nell'atmosfera miliardi di tonnellate di inquinanti e senza contribuire all'effetto serra.

Se non ci fossero, se fossero chiuse come vogliono i Verdi, le catastrofi climatiche sarebbero già arrivate.
Le 400 centrali nucleari in attività producono energia elettrica per 600 milioni di persone e risparmiano emissioni di CO2 in atmosfera per oltre 2 miliardi di tonnellate l'anno

Sul sito dell'Agenzia Internazionale per l'Energia Atomica trovate tutto quello che volete sapere sul nucleare civile nel mondo: http://www.iaea.org/programmes/a2/


Ecoballa n. 7
E' vero che nel resto d'Europa, dove la "coscienza ecologista" è più sviluppata, le centrali nucleari sono state chiuse.

No, ce ne sono più di 100!
La Francia ne ricava il 78,5% della propria energia elettrica e ne esporta altra vendendola proprio a noi italiani da centrali nucleari che sono sul confine.
L'ecologissima Germania ha 18 centrali nucleari che provvedono al 28% del suo fabbisogno (nel 2003) (le energie rinnovabili, di cui la Germania è "campione europeo", solo il 10%)
La Spagna, la Svizzera...
Solo l'Italia è mortalmente inerte, si dissangua con la bolletta petrolifera e si avvelena con le emissioni.

Ecoballa n. 8
E' vero che l'energia nucleare da un contributo insignificante alla produzione di energia elettrica nel mondo?

No, da un contributo notevolissimo ed è a tutt'oggi il più efficace sistema per non emettere i gas serra e gli inquinanti e avere energia elettrica a basso costo.

Ecoballa n. 8
E' vero che in nessuna parte del mondo si costruiscono centrali nucleari perchè sono pericolose e nemmeno convenienti?

No, se se costruiscono di nuove continuamente. Queste sono le nuove centrali attualmente in costruzione, e l'Italia è rumorosamente assente.


Ecoballa n. 9
E' vero che "il Pricipio di Precauzione" ci mette al sicuro dai pericoli delle tecnologie?

No, perchè il Pricipio di Precauzione, per come lo si vuole far intendere, è una solenne scemenza.

Sarebbe che voi non scendete le scale così evitate di scivolare e rompervi il femore, non prendete l'ascensore per non rischiare che si rompano le corde, non bevete per non rischiare di ingurgitare stafilococchi e streptococchi, non usate il telefonino per non rischiare che le radiazioni vi facciano bollire il cervello, etc. etc.
Il vostro scaldabagno di casa non esplode perchè la temperatura dell'acqua è regolata da un termostato che costa cinque euro, e come sicurezza ha una valvola che costa due euro.
Se invocate il principio di precauzione non si capisce con quale criterio vi tenete una potenziale bomba in casa, lo scaldabagno, o perchè facciate tutti i giorni la "rigassificazione" sulla bombola del gas o prendiate l'ascensore rischiando di precipitare con tutta la cabina come nei film dell'orrore.

ll Principio di Precauzione vi evita ipotetici rischi, ma vi riduce immobili a letto con le piaghe da decubito e i pannoloni, vi blocca la circolazione e marcite vivi nel letto, al punto che non è più possibile alzare le coperte dalla puzza.

E' quello che è accaduto al nostro paese: un gerontocomio, già chiusi nella bara insieme al sacco dei soldi, poi ogni tanto aprono appena il coperchio: 'so esplose le centrali atomiche? è morta la mucca pazza? e la febbre dei polli? e la catastrofe climatica? Si sono sciolte le calotte polari?

No?! Ma allora la catastrofe arriva da un momento all'altro! Fammi richiudere 'sto coperchio... 


Ecoballa n. 10
E' vero che le centrali nucleari spargono nell'ambiente la radioattività?

E certo che la spargono, ma quanta?
Ognuno di noi è esposto per tutta la vita alla radioattività, che ci viene dalla natura stessa per la presnza di molti elementi radioattivi.
Mediamente 2,701 milliSievert/anno (mSv = milliSievert), ma con variazioni anche molto significative a secondo del luogo geografico di residenza.
Vediamo la tabella, che rappresenta l'esposizione alla radioattività di ognuno di noi (media mondiale)

- Radon, 1,3 mSv - Il Radon è un gas naturale emesso dalle rocce e dovuto al decadimento dell'uranio (che come abbiamo detto, è presente ovunque sul pianeta). E' radioattivo, più pesante dell'aria, si trova in ogni luogo (anche in Italia per via della struttura geologica) ed è responsabine da solo del 48% della dose media che ognuno di noi assorbe ogni anno. 
Potete facilmente evitare il Radon smettendo di respirare.

- Terra e edifici, 0,5 mSv - La terra e la casa sono radioattive: i giardinetti, i muri, il lavandino, i bellissimo pavimento che vi piace tanto, concorrono alla dose media per il 18%
Come si evita? Fatevi il nido su un albero, e per muovervi provate con dei lunghi trampoli (non troppo lunghi, se no aumentate la dose dei raggi cosmici)

- Raggi Cosmici, 0,4 mSv - E' una pioggia continua di particelle ionizzanti (e quindi radioattive) che provengno dallo spazio esterno, concorrono alla dose media per il 15%, e potete facilmente evitarli vivendo in uno scafandro di piombo molto spesso, diciamo un dieci centimetri (molto comodo per fare jogging e dimagrire, ad esempio)

- Medicina, 0,3 mSv - Scintigrafie, lastre, liquidi di contrasto, radioterapie, concorrono per l'11% alla dose media. Per evitarli basta non curarsi se vi ammalate. In base al famoso "principio di precauzione" potete andarvene direttamente all'altro mondo senza rischiare di essere contaminati dalla pericolosissima radioattività.

- Corpo umano, 0,2 mSv - Eh si, anche il corpo umano è radioattivo, grazie ad alcuni elementi che vi sono contenuti (uranio, nelle ossa) o che mangiamo, come il Potassio (addirittura più radioattivo del "micidiale" Uranio impoverito) e che sta nelle banane, nei fagioli, ma praticamente in ogni cibo e in ogni terreno. Concorre per lo 0,7% alla dose media, ma questo proprio non si può evitare.
Pensate che mentre il pericolosissimo Plutonio è radioattivo per 27.000 anni (orrore!) i fagioli (e voi che ve lo mangiate) restano radioattivi per 1,2 miliardi di anni.
Oddio, ripensandoci potete aderire allo "sviluppo sostenibile" dei Verdi e digiunare come i fachiri.
Basta prima risolvere il piccolo problema che senza Potassio il cuore umano si ferma. 

- Centrali nucleari, 0,001 mSv - la radioattività emessa dalle oltre 450 centrali atomiche presenti sul pianeta, e dalle famigerate "discariche nucleari" che custodiscono i pericolosissimi "rifiuti", concorrono alla vostra dose media per lo 0,00003%

Quindi, a meno che il Comitato scientifico dell'ONU per lo studio degli effetti delle radiazioni atomiche non dica "balle", l'attività delle oltre quattrocento centrali nucleari del pianeta aumenta la vostra dose media di un terzo di millesimo rispetto a quello che prendete normalmente.

A dire che se mangiate 2.700 panini l'anno vi tocca mangiare ancora un panino, ed è proprio questo panino in più che, secondo i Verdi, vi ammazza, vi fa venire i tumori, il naso a trombetta, i bubboni come Don Rodrigo, distrugge il pianeta, pregiudica l'esistenza delle generazioni future...


Ecoballa n. 11
Ma è vero che a Cernobyl una zona di trenta chilometri intorno al reattore è stata interdetta perchè è radioattiva!

Certamente, come possono testimoniare le centinaia di persone che ogni giorno ci vanno a lavorare, insieme alle migliaia di tecnici, scienziati e medici di tutto il mondo che si sono avvicendati a Chernobyl proprio per studiare gli effetti dell'incidente.
La centrale nucleare era composta di quattro reattori, solo uno è andato distrutto mentre i restanti tre hanno continuato a funzionare fornendo la metà dell'energia elettrica necessaria all'Ucraina.

La Zona interdetta non è mai stata bonificata, e comunque vi si rileva oggi (oggi, non il giorno dell'incidente) una radioattività media che causerebbe a chi ci vivesse una esposizione di 5 mSv/anno.
Al centro di Roma, uno dei posti più radioattivi in Italia, siamo a 7 mSv/a
Nelle Catacombe di S. Priscilla, sempre a a Roma, registramo 10 mSv/a (il doppio che a Chernobyl!) e nella provincia di Kerala (tranquilli, sta in India) ben 100 mSv/a

Per questo a Chernobyl si può ancora lavorare: stanno molto peggio i romani, che oltre a una radioattività maggiore devono affrontare anche un traffico terribile e i problemi di parcheggio.


Ecoballa n. 12
Ma, dicono i Verdi, le radiazioni sono pericolose per l'effetto "Stocastico"!

"Stocastico" è un parolone per imporre il proprio argomento, dove chi sta a sentire, non conoscendone il significato, deve fingere di saperlo per non fare brutta figura e quindi accettare la supremazia del Tribuno.

Chiariamo "Stocastico"
L'esposizione alle radiazioni ionizzanti (radioattività) diventa pericolosa oltre una certa soglia, che in medicina nucleare è indicata in 1.000 Rem/anno (10.000 mSv/anno)
(http://it.wikipedia.org/wiki/Sievert)

Quindi rispetto alla dose media di 2,7 mSv/anno (più il famigerato 0,001 mSv delle centrali atomiche!) la soglia di pericolo è a 10.000 mSv/anno;
Per cui una persona ragionevole (ragionante...) potrebbe dire: se la soglia di pericolo è a 10.000, io ne prendo 2,7 per la radiazione naturale, se pure ci aggiungo 0,001 arriviamo a 2,701, ce ne manca per arrivare a 10.000!

Ed ecco che arriva "l'effetto Stocastico"!
Sarebbe che anche l'aumento di 0,0000000000000000000000000000000000000001 ti "potrebbe" causare il tumore. Chi potrebbe negarlo, ti dicono solerti i Professori del Comitato Scientifico Ambientalista.
Nessuno, come nessuno potrebbe negare che i marziani abbiano due piselli, e chi li ha visti mai i marziani?!
Per cui, se ti viene un tumore ai polmoni, sono state le 155.000 tonnellate di inquinanti cancerogeni, le 20 sigarette al giorno, il Radon, l'acqua minerale o una centrale atomica finlandese?

Ecco, la potenza dello "effetto Stocastico" sta proprio nella sua non quantificabilità, non si può misurare, è una fantasia, come gli asini che volano del medioevo. Ci si deve credere per fede, ma si finge di esprimere un concetto scientifico per impressionare il popolo.
A Roma si chiama "incantaburini".


Vediamo quindi come si costruisce una "Ecoballa".

C'è da fare ad esempio un tunnel per far passare la ferrovia.
I Verdi si mobilitano, creano un "Comitato per la salvezza delle popolazioni", all'interno del quale agisce un prestigioso "Comitato Scientifico".
"Sensibilizzano", attraverso i loro militanti, la popolazione e gli amministratori locali: nella montagna c'è "l'Uranio!", dicono agli sgomenti valligiani..
Il Comitato Scientifico avalla: nessuno potrebbe negare che in quelle rocce ci sono tracce di Uranio! affermano perentoriamente i compassati professori. (è ovvio, l'uranio sta dappertutto, ce lo abbiamo perfino nelle ossa, ognuno di noi ne evacua 9/10 nanogrammi al giorno con la pipì*)
Preparano un "Dossier" da inviare come minimo al Presidente del Consiglio, in cui si paventano terribili sfracelli, si invoca di riparmiare alla inerme popolazione l'olocausto nucleare Perchè, perchè, gridano terrorizzate le mamme coi figlioletti attaccati alle gonne, perchè ci volete uccidere fra atroci sofferenze!)
Si chiede solo, saggiamente, di fare una nuova Commissione d'Indagine, "indipendente", da "insediare" al più presto, e nel frattempo bloccare la costruzione del tunnel e quindi della ferrovia, e quindi tutta l'impresa, in attesa del terrificante responso.
 
A questo punto i Verdi, che hanno fretta salvare le popolazioni, vanno a Chernobyl a misurare la radioattività. (c'è la processione, a Chernobyl)
Siamo nella zona "off limits", quella dove c'è la "foresta rossa", dove la gente non potrà entrare per migliaia di anni, miliardi di anni!
Ma i militanti ecologisti rischiano volentieri la vita per salvare le popolazioni della Val di Susa, e la risposta del contatore geiger è inequivocabile.
Vicino al suolo 1.497 Bequerel!

(significa 1.497 decadimenti radioattivi al secondo)
Oh, al "secondo"!

Sempre nella zona "off limits" di Cernobyl, 1.671 Bequerel (si scrive Bq. e questa misura è stata fatta nel 1996, dieci anni dopo il disastro)

1.671 decadimenti radioattivi al secondo!*

E guardate in Val Cenischia, vicino alla Val di Susa, proprio dove voglioni far passare la TAV.
2.302 Bequerel!
Peggio che nella zona "off limits" di Cernobyl!
Capito che fine toccava a quelle popolazioni?
Morirebbero fra atroci sofferenze.
Meno male che ci stanno i Verdi!

A questo punto la povera gente della Val di Susa non può altro che affidarsi ai Verdi, è vero!
Mesotelioma alla pleure, leucemie per i bambini, Chernobyl, Chernobyl, Chernobyl!
E intanto maturano una serie di patologie vere: ansia cronica, panico, attacchi di diarrea, inappetenza, aspettative catastrofiche per il futuro, le stesse che colpiscono la popolazione di Chernobyl che da più di venti anni vive in una situazione analoga.
 

Vediamo ora come stanno le cose.
Nella tabella di sopra potete vedere la radioattività "nelle abitazioni" dovuta al Radon, e tra parentesi la dose assorbita individualmente in mSv/anno.
Come si può verificare il valore rilevato nella zona "off limits" di Cernobyl (41 mSv/anno) non è affatto preoccupante: nove volte di meno di quello che si può trovare in una casa spagnola, sei volte meno che in una casa svizzera, dodici volte meno che in una casa finlandese e cinquanta volte meno che nella casa svedese.

Vediamo ora, quì sopra, il fondo naturale in alcune località del mondo, espresso in dose assorbita (mSv/anno)
A fronte del 41 mSv/anno che si prenderebbe uno che se ne sta un anno nella zona "off limits" di Chernobyl (anzi, che ci stava nel 1996, sono passati altri undici anni), un francese si prende 87, il doppio, un iraniano 149, il triplo, e un brasiliano 788, venti volte di più!


Ecco un allevatore di maiali nella zona "off limits" di Chernobyl, mentre un tecnico esegue i controlli di radiottività sul terreno.
Chernobyl continua doverosamente ad essere controllata, la popolazione monitorata.
Ma i pericoli derivanti dall'incidente del 1986 sono passati da un pezzo.

(* Tranquilli, 9 nanogrammi al giorno significa che dovette fare la pipì per un miliardo di giorni per fare 9 grammi di Uranio. Comunque tirate due volte la catena, il principio di precauzione)
(* Tranquilli, i decadimenti radioattivi nel corpo umano sono circa 10.000 al secondo (10.000 Bq!), siete più radio-attivi di Chernobyl. Anzi, quando andate al campeggio con la ragazza ricordate che lei emette come una centrale atomica. Se vi volete salvare in mezzo alla tenda sistemate una lastra di piombo, diciamo una decina di centimetri di spessore.
L'unica controindicazione finora accertata è che vi spuntino le corna, ma gli scienziati verdi stanno indagando e prima o poi scopriranno il perchè)

Radioattività naturale presente nel corpo umano

L'organismo delle persone adulte deve ritenersi in equilibrio, tramite la dieta e gli scambi respiratori, con l'ambiente in cui sono presenti numerosi radionuclidi naturali quali:

- H-3, Be-7, C-14, originati dall'interazione della radiazione cosmica con l'atmosfera terrestre;

- K-40, 87-Rb, La-138, presenti primordialmente nella litosfera;

- U-238, U-235, Th-232 (capostipiti delle famiglie radioattive naturali) e loro prodotti di decadimento.

Tutti questi nuclidi radioattivi (ed altri non citati data la loro minor importanza) vengono introdotti nell'organismo degli individui in quantità variabile in relazione al luogo di residenza abituale ed alle particolarità della dieta alimentare da essi seguita. Nelle persone adulte di sesso maschile non residenti in regioni del globo con anomalie geologiche significative (regioni a radioattività naturale molto elevata ) l'attività corporea media dei principali radionuclidi naturali può essere stimata in:

- H-3: 0.11 ÷ 0.48 Bq/cm3 di sangue:

- C-14: alcune centinaia ÷ alcune migliaia di Bq (nel 1951 erano presenti nell'organismo delle suddette persone circa 3000 Bq di C-14; tale valore è attualmente cambiato per l'introduzione sia di C-14 generato nelle esplosioni nucleari, sia di CO2 senza C-14 dovuto alla combustione dei combustibili fossili);

- K-40: circa 4500 Bq;

- Rb-87: circa 1000 Bq;

- U-nat : circa 90 mg (l'attività specifica di 1 g di U-nat di recente estrazione è pari a 12.2 kBq di U-238, 12.2kBq di U-234 e 0.57 kBq di U-235);

- Ra-226 (radionuclide appartenente alla famiglia del U-238): da alcuni Bq a qualche decina di Bq accumulati essenzialmente nelle ossa;

- Be-7, La-138, Th-232 ed altri radionuclidi delle famiglie naturali: tracce
 
Conclusioni

Le Ecoballe avrebbero le gambe corte, basterebbe che quelli a cui è dato il compito di trasmettere l'informazione si prendessero la pena di verificare l'esistenza di questi sfracelli e pericoli.
Che so, facendo una telefonata allo INFN, o all'Istituto Superiore di Sanità. Se pericoli ci fossero questi andrebbero subito alla Procura della Repubblica e metterebbero loro stessi i sigilli ai cantieri.

Ma non si fa, per "principio" si avallano le ecoballe più incredibili e si diffondono le fregnacce più ignobili, senza alcun rispetto per chi poi ci crede. E in cambio della paura ti da pure il voto.

Voi non ci credete, verificate, controllate, non vi bevete tutto come dei deficienti.
Se lo fate, in una società moderna basata sulla tecnologia, sarete loro schiavi: come vivrete, se avrete una casa o un lavoro, se siete "sostenibili" o meno, lo decideranno loro.

.