Il Pentagono
.
A sinistra, rotta prevista e rotta effettiva (in parte stimata) del volo AA77.Nel disco celeste, la base aerea di Langley.
La linea celeste indica la rotta dei caccia di Langley, che arriveranno su Washington solo alle 10.

09:20 ATC Indianapolis comprende che volo AA77 è stato dirottato
09:24 NEADS ordina scramble a base aerea Langley, per direzione Nord (giusto, verso Washington)
09:30 caccia di Langley in volo, ATC li dirige verso Est (sbagliato, ATC è ancora l'ente che da gli ordini ai caccia, e li mette in attesa sul mare)
09:32 ATC Dulles vede sul radar volo AA77 in avvicinamento a Washington
09:36 FAA Boston avvisa NEADS che volo AA77 è a sei miglia da Casa Bianca
09:37 e 46 volo AA77 impatta il Pentagono
Ore 10:00 i caccia di Langley stabiliscono CAP su Washington DC.

La rotta seguita dall'aereo per dirigersi contro il Pentagono.
Si vede che si era diretto verso una delle piste del "Ronald Regan Washington International Airport" allineandosi con una radioassistenza aereoportuale, e quindi facendo, per dirigersi verso l'obiettivo, volo strumentale.
Poi esegue una manovra da manuale, un "treessessanta", cioè una virata di 360 gradi che gli permette di disegnare in aria un cerchio e tornare al punto di partenza.
Il raggio di virata è di circa 4 miglia (8 Km), e il terrorista è sicuramente favorito da questa circostanza, infatti l'aereoporto si trova a sole due miglia dal Pentagono.
L'aereoporto Ronald Regan si vede in primo piano, in alto a destra sotto la lettera "P" si vede il Pentagono.
Il dirottatore si è diretto verso la radioassistenza dell'aereoporto (radiofaro).
Il "radiofaro" è come un faro, ma emette potenza elettromagnetica in onde radio, che vengono rilevate dagli strumenti di bordo.
Inserendo nel pilota automatico il codice specifico di quel radiofaro l'aereo ce lo porta da solo. A questo punto il pilota ha ripreso i comandi manuali ed ha fatto la tipica manovra per portarsi all'atterraggio, un giro di 360 gradi in discesa. Lo ha interrotto all'incirca sui 270 gradi quando ha visto davanti il Pentagono e ci si è diretto contro.
Infatti il Boeing 757 compie un "perfetto atterraggio" contro il Pentagono, invece che sulla pista.
Il percorso del Boeing 767 verso il Pentagono.
Il giallo i lampioni abbattuti (lamp), il generatore colpito, la posizione delle colonne interne (rosso, scomparse; blu, strappate e abbattute; verde, strappate; giallo, danneggiate), il foro di uscita sul livello "C" (di fronte al punto 3), in arancione, e le macchie di fumo di fronte ad essi.
Uno dei lampioni abbattuti dall'aereo.
Un taxi danneggiato dal lampione che si vede nella foto precedente.
L'incendio scoppiato dopo l'impatto. In primo piano, dopo il guard-rail, si nota uno dei lampioni abbattuti.
In questo momento la porzione dell'edificio non è ancora crollata e non sono arrivati neanche i primi soccorritori.
La scena del disastro con la posizione di due dei lampioni abbattuti.
Direzione di penetrazione dell'aereo all'interno dell'edificio.
Si vede il foro di uscita causato probabilmente dal carrello anteriore sul muro dell'anello "C" ("C" Ring) e i fumi dell'incendio usciti dalla porta carraia (Roll-up door) e da una porta (Single door)
.
Questa animazione è stata realizzata da Mike Wilson per conto del Tribunale al processo Moussawi, il quinto mancato dirottatore.
 
.